domenica 24 aprile 2022

Ecologisti Lombardi. VERDI 25.4.2022 video di Gilberto Rossi

Giornata mondiale della terra 2022

La nuova rivista VERDE AMBIENTE 


Econotizie est Ticino del 22 aprile 2022 



Legnano. Una piazza per Gino Strada 

Buscate. Un tritainerti a lato della via francigena? Anche no! 

Ecologia, arte, situazione, politica. Un omaggio a Debord e ai lettristi 

Abbiategrasso. 
No tangenziale, in difesa del paggianunz 

Più bici 
più baci

Un pensiero per la Festa della Liberazione. 25 4 2018   da gilbertorossid.blogspot.com
La notte tra il 24 e il 25,
giusto per scrivere due cose su facebook
"Un pensiero agli amici Sindaci, assessori, Presidenti, Portavoce 
e a chi avrà l'onore di fare un discorso per il 25 aprile.
In queste ore, so che tanti di Voi, stanno scrivendo il discorso per la Liberazione, 
permettetemi di augurarVi buon lavoro, e se posso, qualche suggestione e considerazione:
ricordateVi di chi la Resistenza la vive quotidianamente, 
per sopravvivere alla crisi economica e alle crisi sociooccupazionali,
ricordateVi della necessità di Pace nel pianeta, e di quanto le guerre 
ancora incidano nella vita di tantissime persone,
ricordateVi dei migranti, di chi sfugge alle guerre, di chi sfugge alle persecuzioni, 
di chi lascia affetti e radici in cerca di una Vita migliore, a chi ha studiato in Italia 
ed è partito in cerca di lavoro o per proseguire nelle attività di ricerca.
RicordateVi della necessità di una Conversione Ecologica e di considerare 
la finitezza del Pianeta e delle risorse.

La sfida per la resistenza, per l'esistenza e per la liberazione dell'umanità dallo sfruttamento, 
da tutti i tipi di sfruttamento.
RicordateVi che ogni comportamento di Libertà e di Giustizia, 
ha origine in quel sacrificio dei Partigiani che non arrivarono a vedere il 25 aprile del 1945.
RicordateVi dei partigiani e degli attivisti dei diritti civili, politici e sociali che dal 45 ad oggi, 
fan rivivere la memoria della resistenza.
E ultimo, i discorsi, è certo bello leggerli, ma concedeteVi anche qualche minuto di parlare a braccio, vivendo l'emozione del momento e magari, guardate negli occhi un bambino, chiedendoVi cosa avreste voluto sentire Voi da bimbi per cogliere l'essenza e l'importanza della Liberazione, perchè il 25 aprile, non è una ricorrenza, ma è la promessa dell'impegno per fare un mondo migliore, più giusto, e libero da sfruttamento e ingiustizie.
Mi andava di dirvelo.
buon 25 aprile a tutti!"
G.R.R.






martedì 5 aprile 2022

Verdi pensieri. interventi a Radiopopolare

 Ben trovati, se non mi avete sentito su Radiopopolare in questi mesi, ho fatto un archivio degli interventi che potete riascoltare clikkando sul link

Una prospettiva ecologista per i servizi sociali. 

https://www.youtube.com/watch?v=HxacvA3G4UU&t=24s


Lavoratori poveri. Radiopopolare. Intervento #Verdi. Gilberto Rossi


Energia e politiche energetiche. Gilberto Rossi Verdi 


Contro l'odio in rete. #stophate #radiopopolare



A 30 anni da Tangentopoli. radiopopolare intervento di Gilberto Rossi

https://www.youtube.com/watch?v=TcM6sDZKfMk&t=12s

Sicurezza in Lombardia. 7.2.2022

https://www.youtube.com/watch?v=U5TyKKcjYxA&t=180s

Alternanza scuola lavoro Intervento a #Radiopopolare 4.2.2022

https://www.youtube.com/watch?v=X-51nVYN3Mo&t=25s

Gilberto Rossi (Verdi) #amministrative2021

https://www.youtube.com/watch?v=LhySBNo9UoE&t=4s

sperando di aver contribuito con spunti, citazioni e riflessioni al dibattito pubblico sui vari temi, vi augurio una serena giornata

Gilberto


In bici!



sabato si torna ad Abbiategrasso contro la tangenziale e per il Paggianunz, mi va di riproporVi questa foto, con Eleonora Evi, ai tempi, eurodeputata del movimento 5 stelle e ora, nostra coportavoce nazionale della FEDERAZIONE DEI VERDI. EUROPA VERDE.

Se quando abbiam presentato il libro di Angelo Bonelli a palazzo Marino, mi avessero detto che alle prossime elezioni avremmo eletto, 3 consiglieri comunali e 18 consiglieri municipali, gli avrei detto "magari....." e invece!! Go Greens!!

Se vi va, potete seguirmi su facebook e su https://liberanotizienews.blogspot.com/

giovedì 10 marzo 2022

“ITALIA SENZA VELENI – NO ALLA GUERRA” CONFERENZA PROGRAMMATICA DI EUROPA VERDE -

 “ITALIA SENZA VELENI – NO ALLA GUERRA”

 CONFERENZA PROGRAMMATICA DI EUROPA VERDE -

Questa conferenza non rappresenta per noi un passaggio formale ma sostanziale e strategico per il futuro dell’ambientalismo politico di questo Paese, frutto dell’esigenza di collaborare, di dialogare, di lavorare alla definizione di un luogo, una casa del confronto di tutti gli ecologisti ma anche di tutte le realtà civiche e sociali che si battono per la tutela dei diritti. 

Da qui vogliamo far partire una fase nuova di Europa Verde, impegnata a costruire, in previsione anche delle prossime elezioni politiche, una realtà che parli alle forze progressiste e alle migliori intelligenze del mondo ecologista, sociale, del volontariato e delle imprese impegnate nella green economy.

Programma di sabato 12 

Ore 15.30

Giustizia ambientale e giustizia sociale: la vera sfida

Moderano: Marco Boato e Fiorella Zabatta – Direzione nazionale Europa Verde

Intervengono:

Monica Di Sisto – Fairwatch Societ  della Cura

Filippo Sotgiu – Co-portavoce dei Fridays for Future

Luca Mercalli – Climatologo e Presidente del Comitato Scientifico di EV

Silvia Zamboni – Consigliere regionale Emilia-Romagna di EV

Edo Ronchi – Alleanza per la transizione ecologica

Patrizia Asproni – Presidente Confcultura

Gianfranco Bettin – Consigliere comunale di Venezia di EV

Tessa Gelisio - Giornalista

Devis Dori – Deputato Europa Verde

Ore 17.00

Il ruolo dei corpi intermedi nella conversione ecologica

Moderano: Luca Boccoli e Francesca Cucchiara – co-portavoce dei GEV

Intervengono:

Francesco Vignarca* – Rete del Disarmo

Maurizio Testa – Sostenibilitá e Responsabilitá sociale di Impresa Fisac CGIL

Maria Grazia Mammuccini – Presidente Federbio

Edoardo Zanchini – Vicepresidente Legambiente

Livio De Santoli – Presidente Coordinamento Free-Energia

Silvio Greco – Biologo Marino e Comitato scientifico Slowfish

Gianluca Felicetti – Presidente della LAV

Maurizio Pallante – Fondatore del Movimento per la Decrescita Felice

Andrea Baranes – Vicepresidente Banca Etica

Daniela Padoan – Direttrice Associazione Laudato Si

Ore 19.00

Termine dei Lavori

programma di domenica 13 

Ore 10.00

Saluto del Sindaco di Roma

Roberto Gualtieri*

Ore 10.15

L’impegno dei territori rispetto alle emergenze ambientali

Moderano:

Elena Grandi Francesco Borrelli – Direzione nazionale Europa Verde

Intervengono:

Massimo Zedda – I Progressisti

Jasmine Cristallo – Movimento delle Sardine

Massimiliano Smeriglio - Deputato Europeo S&D

Damiano Coletta – Sindaco di Latina

Ferruccio Sansa – Giornalista e Consigliere regionale della Liguria

Annamaria Moschetti – Pediatra e Presidente Comm. Amb. dei medici di Taranto

Lorenzo Fioramonti – Deputato Facciamo ECO

Riccardo Rossi - Sindaco di Brindisi

Rinaldo Melucci – giá Sindaco di Taranto

Eliana Canavesio – Co-presidente di Volt Italia

Cristian Romaniello – Capogruppo di Europa Verde alla Camera

Ore 11.30

La transizione ecologica come soluzione per uscire dalla crisi

Moderano:

Luana Zanella e Filiberto Zaratti – Direzione nazionale Europa Verde

Intervengono:

Marco Cappato – Associazione Luca Coscioni

Massimiliano Iervolino – Segretario dei Radicali Italiani

Benedetto Della Vedova* – Segretario nazionale di +Europa

Nicola Fratoianni – Segretario di Sinistra Italiana

Eleonora Evi – Co-portavoce nazionale di Europa Verde

Enrico Letta – Segretario nazionale PD

Aboubakar Soumahoro – Portavoce Nazionale Invisibili in Movimento

Vula Tsetsi – Segretario Generale Greens/EFA

Angelo Bonelli – Co-portavoce nazionale di Europa Verde

Ore 14.00

Pausa pranzo

Ore 15.00

Relazione sulle iniziative del Gruppo Parlamentare dei Verdi Europei

A cura di Eleonora Evi

Ore 15.30

Presentazione dei Gruppi di Lavoro

Ore 17.30

Chiusura dei lavori

domenica 19 dicembre 2021

I Verdi vivono. Habemus Verdi!

 Viva i Verdi, evviva i Verdi!

Ho vinto!

Abbiamo vinto!

Ora i seggi sono chiusi, comunque vada, abbiam ridato dignità e autonomia politica ai Verdi.

Oggi, è la vittoria di chi vuole (e fa!) che i verdi facciano i verdi.

Un segnale anche al centrosinistra, di riprendere l'ascolto e che la partecipazione non la si fa dopo e unilaterale.

Scrivevo: "Un percorso difficile,ad ostacoli, colmo di guastatori interni e venduti, certo non il risultato sperato, la lista verde indipendente, ma con Sinistra Italiana e parte del MoVimento 5 Stelle, abbiamo, non solo ridato dignità all'ecologismo politico italiano, spesso dimenticato o peggio, usato per greenwashing, ma alla rappresentanza democratica.

La svolta e deriva bipolare e maggioritaria, così cara al Partito Democratico che trova agio nelle elezioni di secondo livello, è contrastata di fatto da amministratori civici, progressisti ed ecologisti.

La farsa dei manager buoni e pure verdi si è sciolta come neve al sole, purtroppo : testimoniata dalle ruspe nello scalo di porta romana e delle opache figure su San siro.

Aveva ragione Mao durante la rivoluzione culturale.

Pseudo dirigenti verdi che han messo i bastoni tra le ruote per la presenza verde alle elezioni metropolitane. Mentre i verdi del Ticino si autoconvocavano invitando tutti i cons. Comunali verdi dei Comuni della città metropolitana, scopriamo che "sarebbero convocati per fine novembre", il termine di deposito lista era il 28 novembre.

Dall'assemblea autoconvocata è nata la consapevolezza, dopo l'esperienza buscatese con Verdi Civici Buscate e un infiltrato che da finto verde ci ha attaccato, o del PD che tre giorni prima del voto invita a votare il sindaco di Fratelli d'Italia ,dicevamo, la consapevolezza che i Verdi devono fare i verdi (e non l'agenzia del greenwashing).

La partita è molto più ampia e complessa, a Bologna 4 liste, Milano 5, 3 della destra, PD e noi verdi con civici e sinistra italiana. A Roma 3 liste, destra, m5s e centrosinistra. A Napoli non si sa ancora.

Il vecchio # #maiconsala di 5 anni fa è tornato attuale e se negli ultimi mesi avete percorso la autostrada da Novara a Milano, lo scempio di Expo è ancora lì a memoria.

Evviva i Verdi!"


http://www.verdilombardia.it/elezioni-citta-metropolitana-di-milano-ci-siamo/


Citiamo due episodi che oggi trovano parziale soddisfazione in questa meravigliosa vittoria politica dei VERDI Lombardia E VERDI VERI.


Perchè i Verdi in Italia non sono forti come in Europa? dalla Lombardia

Un episodio che la spiega lunga.


Domenica 11 marzo 2018, a Cinisello Balsamo in via U.Bassi, si è svolta l'assemblea regionale dei Verdi; verso la conclusione dell'assemblea, Fabrizio Masseroni si è lanciato contro Gilberto Rossi per tentare di aggredirlo, dicendo, "ti ho già messo le mani al collo etc etc", la colpa di Rossi è di aver chiesto a Masseroni se avesse fatto la campagna elettorale per i Verdi o per altri e come mai non si faceva vedere da 5 anni (gli antiverdi che si fan vedere solo per le elezioni); quando è stato fermato Masseroni, è intervenuto Antonio Caldarella che come un pazzo ha provato anche lui ad aggredire il Rossi, senza nessuna provocazione da parte di Rossi; solo la presenza e l'intervento degli altri partecipanti all'assemblea ha sventato il peggio; Rossi, scavalcava il muretto divisorio delle scrivanie e, questo fatto ancor più strano e assurdo, la Balduini, anzichè difendere il Rossi, lo apostrofava e offendeva e lo intimava a lasciare la sede. Rossi, rispondeva chiaramente e pacatamente, spaventato dall'episodio e in tutta calma, "me ne vado io, ma con me se ne vanno i Verdi sinceri e onesti che si impegnano sempre per la difesa dell'ambiente"; all'esterno Rossi chiama prontamente il 113 per segnalare la situazione di pericolo e dopo poco sopraggiungono i Poliziotti a cui viene spiegata la vicenda; dopo un po' escono dall'assemblea e Balduini e Caldarella, raccontano la loro versione dei fatti alla Polizia.

La Polizia chiamata da Rossi, spiega che la versione dei fatti di Balduini non è uguale a quella di Rossi; al che, Rossi si ricorda che nel locale erano presenti delle videocamere e mette a conoscenza gli agenti, i quali effettuano un sopralluogo per acquisire le immagini.

Si sono susseguiti due dubbi; si può arrivare a questa situazione?

Rossi riceve telefonate che lo invitano a non denunciare, altri presenti, sentiti telefonicamente dicono che erano in bagno, che non han visto.

Regresso, Rossi ha lavorato per conto della federazione dei Verdi, presso quei locali per circa un paio di giorni, in quanto poi è stato inviato in quel di Milano presso la sede dei socialisti per seguire le pratiche in merito alla campagna elettorale; trovandosi a gestire una situazione surreale, dove si sono spesi 50 euro per due timbri inutili, per la correzione di una data; dove mentre si dovevano depositare le documentazioni inerenti alle elezioni politiche, si era creata una sorta di confusione ad Hoc, per la raccolta delle firme a livello regionale; il tutto, per i Verdi era gestito o meglio non gestito da Maria De Luca, moglie del Caldarella; altro fatto rilevante, su 2 settimane piene di campagna elettorale, la coppia Caldarella De Luca che aveva fatto incetta di candidature, per le politiche e per le regionali, per una settimana è in vacanza.

Come sanno tutti l'attività del Rossi è di curare blog e promuovere la cultura ecologista e ambientalista; operazione che svolge con dedizione, passione e competenza,seguendo consigli e aiuti da altri Verdi; Gratuitamente;

Per le elezioni, si è inventata la necessità di pagare per una cifra abbastanza elevata una società di comunicazione per dei servizi che stando anche alla presa di posizione dei Socialisti (membri della coalizione) totalmente inutile per non dire controproducente; la cultura ecologista e su quali argomenti spendersi non è un fatto neutro e che si può inventare in pochi minuti.

Questo breve riepilogo per ricollegarci alla discussione dell'autunno scorso su come mai i Verdi non decollano in Italia.


Secondo epidodio


giovedì 6 dicembre 2018

Sull'assemblea dei Verdi della provincia di Milano. Smascheriamo i tranelli

Ho appreso alle h. 18 in una conversazione con Stefano Costa, presentatore della mozione 1, che ha firmato la presentazione della lista dei delegati senza leggerla il sabato mattina alle 10 e 55 quando è arrivata (il termine di presentazione erano le 11), a noi del Magentino, non è stata fatta leggere la lista dei candidati, non è stata ingenuità nostra, mia e del dottor Colombo, ma una forzatura antidemocratica, visto che Elena Grandi aveva assicurato che saremmo stati tra i delegati e ci sollecitava già la conferma per Chianciano per le questioni logistiche.


Insieme ad altre irregolarità e ai modi per nulla gentili della portavoce della Provincia di Milano, veniva esclusa la presentazione della mozione 3, nonostante due oratori ne avessero tessuto le lodi, e alle 10 e 55 io manifestai, visti gli atteggiamenti espressi, la disponibilità e volontà di presentare la terza mozione.

Quanto accaduto è gravissimo e fa il paio con i vari tentativi di aggressione e minacce alla mia persona da parte di un firmatario della mozione 1; per Senso di responsabilità verso la Federazione dei Verdi, avrei anche soprasseduto e guardato avanti, considerando che da tutta Italia i portavoce Verdi mi han chiamato per esprimere la loro solidarietà.

Ma qua, non è solo il futuro dei Verdi, è il ruolo dei Verdi in Italia e in Europa, ritengo che L'assemblea della provincia di Milano deve essere annullata. Su questo, prima di avviare procedure legali, invoco il buon senso; buon senso che non c'è stato.

Brutti metodi, che sono stati già espressi e criticati nel corso degli interventi pubblici dell'assemblea.

Considerazioni di Gilberto Rossi, condivise con i Verdi dell'associazione di Boffalora sopra Ticino che per dare un messaggio propositivo, nel giorno dell'assemblea nazionale hanno organizzato una cena di autofinanziamento a Boffalora e hanno dato mandato esplorativo e di portare un messaggio di unità all'Assemblea a Gilberto Rossi.

Messaggio concretizzato nella ricerca di una mozione unitaria.


#verdi #EuropaVerde #europeangreens #egp #globalgreens


Non si può fermare il vento,

 gli si fa solo perder tempo

giovedì 20 maggio 2021

Video Youtube fine aprile, inizio maggio 2021

 Prima degli spazi culturali, preferivo quelli sportivi; in questo video di archivio, sono quello con la maglia rossa e il n. 8 Ossona - Pontevecchio. Ossona - sacra famiglia Magenta #calcio #ossona

Un omaggio al Maestro Franco Battiato in questa sua collaborazione con i Subsonica 

Subsonica Ft Franco Battiato Up Patriots To Arms

Ed eccoci a gioia e delizia del freelance ecologista con la passione per l'arte.

Da Magenta, per una installazione multidisciplinare "A fil di pelle"

a fil di pelle allestimento multidisciplinare #art #magenta di #ericabertolacci #valentinavanasia

ecco la presentazione dell'installazione

Magenta. A fil di pelle 13.5.2021 #arte #cultura

Sempre da Magenta, per le giornate di Primavera del FAI fondo ambiente italiano

Magenta. Casa Giacobbe e l'Assunta. Giornate di primavera del FAI

Spostiamoci a Vanzago, sempre in città metropolitana di Milano, vicino a Rho per una interessante iniziativa artistica Vanzago #art 14 5 2021

Da Legnano torna il TuttoNatura,  tuttonatura 16 5 2021 #legnano #tuttonatura

Una importante esclusiva, unico video, da Vittuone, per la serrata dei negozi nei centri commerciali per chiedere la riapertura; ovviamente nessun dipendente vorrebbe la riapertura; proviamo a spiegare La serrata dei padroni per le riaperture. #Vittuone #ildestriero #gdo #commercio

Dopo un anno di pausa, ritorna anche Staffette Partigiane, ma in versione online staffette partigiane 2021 torna #online #anpi #staffettepartigiane #magenta

Unico freelance all'importante iniziativa ecologista milanese, eccovi il video di BASTA VELENI! Critical mass per la salute dei territori vol.3: le tappe

Un video al presidio no discarica, per parlare di ecologia e libertà di stampa, in occasione della giornata mondiale per la libertà di stampa 3.5.2021 per la giornata mondiale per la libertà di stampa #verdi #europeangreens #EuropaVerde

#novecento di Bertolucci la #liberazione

Fedez le canta alla lega #PrimoMaggio2021 #primomaggio

corteo primo maggio 2021 #cub #cobas #sindacato quimilano

la gentrificazione spiegata in due minuti #cultura #società

oggi come ieri Rho. 24 aprile 2021 Brigata Visone, Rho antifascista

25 aprile 2021 in bici e distanziati, Milano torna in piazza per la #liberazione

Ossona (Milano) 25 aprile 2021

25 aprile 2021 Casorezzo "un fiore al partigiano" e interventi istituzionali

#nodiscarica nel #parcodelroccolo #Milano #earthday per un parco metropolitano

assemblea Milano non si vende 18 4 2021 Gilberto Rossi

sabato 8 maggio 2021

impressioni di riscoperta quotidianità. del free lance ecologista 8 5 2021

 Un sabato come tanti che furono.

Mattino, bird watching al parco del roccolo, a Casorezzo, sempre in mattinata, mercatino dell'usato e del riuso, in quel di Arluno.

Pomeriggio, in bici a Milano per la Critical mass "basta veleni" n.3, foto e video, poi via verso l'arco della pace, per foto per la manifestazione a sostegno del ddlzan

un occasione, per videodocumentare la "movida" all'arco della pace alle 20, e per documentare, il coprifuoco in provincia, con l'ultimo video della giornata alle 22.05

in tutto, più di un centinaio di km, per la città,scoprendo la città, con un passaggio da corso Buenos Aires, dove alla nuova ciclabile, molto usata, e con tanti ciclisti ma con varie macchine parcheggiate sulla pista ciclabile.

per i video 

per gli articoli https://liberanotizienews.blogspot.com/

venerdì 26 marzo 2021

Cave di Casorezzo, i Verdi Europei in sopralluogo. 13 marzo 2021

  Ossona si trova a sud, rispetto a Casorezzo e a Busto Garolfo; come è noto, la falda acquifera corre da nord a sud, ragion per cui, il rischio di una discarica nel sito denominato "cave di casorezzo" tra Casorezzo e Busto Garolfo, nel Parco del Roccolo, inciderebbe molto e significativamente sul territorio ossonese e in ipotesi potrebbe influire sulla qualità dell'acqua sui due pozzi d'acqua siti in Ossona, di cui uno pesca acqua a 120 metri e l'altro a 190, magari non domani, ma è un rischio da evitare preventivamente.

Nella giornata di sabato 13 marzo 2021, è venuta a Ossona la Europarlamentare degli European Greens Eleonora Evi, per effetture un sopralluogo conoscitivo della situazione nelle cave; è stato un proficuo momento di approfondimento della situazione grazie alla rappresentante del Comitato No Discarica Eleonora Bonecchi, del Sindaco di Canegrate (Comune capofila del Parco del Roccolo) Roberto Colombo, della Sindaca di Busto Garolfo Susanna Biondi e dell'assessore di Casorezzo Fabio Balzarotti.

LEuroparlamentare Verde, Eleonora Evi, ha esposto alcune esperienze positive di intervento dell'Unione Europea, e si è riservata di approfondire i dossier che le sono stati consegnati dal comitato, per valutare insieme al Gruppo Parlamentare Europeo dei Verdi, se e quali iniziative proporre e mettere in essere.

L'iniziativa si è svolta al presidio no discarica, dove il Sindaco Colombo ha omaggiato l'Europarlamentare con le pubblicazioni del Parco del Roccolo, su flora e fauna, e la mappa del Parco; Gilberto Rossi per i Verdi del Ticino (ovest Milano) ha esposto i motivi dell'iniziativa, contestualizzandoli nella crisi climatica, sanitaria e sociale che stiamo vivendo, con una lettura della parte conclusiva della lettera di Alexander Langer a San Cristoforo .

Eleonora Bonecchi per il comitato No discarica ha ripercorso brevemente la storia del comitato dal 1999 e aggiornato sullo stato dell'arte del procedimento in seno al TAR (6 ricorsi presentati in concerto con le pubbliche amministrazioni, legambiente e salviamo il paesaggio).

I Sindaci Roberto Colombo e Susanna Biondi, hanno esposto le attività promosse dai comuni e non hanno nascosto il malcontento per come si è comportata la Città metropolitana di Milano e Regione Lombardia.

L'Assessore Fabio Balzarotti di Casorezzo ha fatto presente come sarebbe necessario che Città Metropolitana ritirasse la propria opposizione al ricorso dei Comuni, su questo tema, si è accolta la disponibilità dei Verdi di far presente al SIndaco Metropolitano questa criticità, ricordando la votazione del o.d.g. No discarica Casorezzo 30 11 2019 Consiglio Metropolitano di Milano. dove i consiglieri metropolitani della destra hanno abbandonato l'aula e con 13 voti a favore si è approvata la mozione contro la discarica proposta da "La Città dei Comuni"(impegno a non costituirsi parte civile da parte di CMM).

Come è noto, ma vale la pena ribadire, la responsabilità normativa del rischio di una discarica in un parco locale è esclusivamente di Regione Lombardia, che in seguito al decreto DelRio istitutivo delle Città Metropolitane https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/4/7/14G00069/sg ha emanato la legge regionale della lombardia n.32 del 2015 Ruolo della Città metropolitana di Milano e rapporti con la Regione dove all'articolo 3 la Regione assume pe se tutte le competenze in ambito progettuale ed esautorando di fatto la Città metropolitana di Milano.

Si è ricordato anche della proposta di legge regionale del dicembre 2017 di riforma dei parchi e delle aree protette della lombardia, che dopo i passaggi nelle commissioni non è mari arrivata alla discussione nel consiglio regionale della lombardia.

I sindaci hanno ricordato anche gli incontri con l'allora ministro dell'Ambiente Generale Sergio Costa, e i consigli del ministro sulla valorizzazione delle Reti ecologiche in particolare della Rete Natura 2000.

E' stato un pomeriggio molto importante per tutto l'est ticino, aver ospitato un Europarlamentare ha riportato l'attenzione sul tema della difesa del territorio e del consumo di suolo, rimanendo in attesa della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale, si è dimostrato che i cittadini, nonostante la crisi sanitaria che stiamo vivendo, non si dimenticano, anzi, a maggior ragione, hanno a cuore la tutela dell'ambiente dove vivono; ovviamente si è citato anche il Recoveryfund e il fatto che una parte consistente degli investimenti dovrà essere rivolta alle bonifiche e alla tutela dell'ambiente e a uno sviluppo ecocompatibile, cioè il contrario di discariche, ma andare verso il recupero delle materie prime e introdurre i principi di una economia circolare.

I Verdi del Ticino, ringraziano Eleonora Evi e i Verdi Europei per l'interessamento e la disponibilità; ringraziano i Sindaci del territorio, ringraziano il comitato no discarica, legambiente, salviamo il paesaggio e le migliaia di cittadini che in questi anni non hanno mai fatto mancare il loro sostegno alla difesa dell'ambiente.

video del sopralluogo https://www.youtube.com/watch?v=MTMqLtzxHb0&t=942s

video interventio di Eleonora Evi  https://www.youtube.com/watch?v=uA7hRvkJOXY&t=6s

video intervento di Gilberto Rossi https://www.youtube.com/watch?v=9zqAA5sBg34&t=1s